Stemma della Svizzera

CONFOEDERATIO HELVETICA
Le autorità federali della Confederazione Svizzera

Home page
Mail
Cerca

Il Consiglio federale decide il piano della riforma dell'Amministrazione


COMUNICATO STAMPA

Il Consiglio federale decide il piano della riforma dell'Amministrazione

27 apr 2005 (DFF) n data odierna il Consiglio federale ha approvato il piano
della riforma dell'Amministrazione e nominato l'ex consigliere di Stato
Ulrich Fńssler (LU) quale "delegato del Consiglio federale per la riforma
dell'Amministrazione". Ancora prima della pausa estiva il delegato dovrÓ
presentare al Governo per decisione descrizioni dettagliate dei progetti. I
singoli progetti saranno elaborati in collaborazione con i dipartimenti e
con la Conferenza dei Segretari generali.

Con la riforma dell'Amministrazione si intende conseguire il potenziamento
dell'efficienza dell'Amministrazione attraverso lo snellimento di processi e
l'eliminazione di doppioni. Il piano della riforma prevede un procedimento
pragmatico graduale. Mediante singoli progetti parziali, strutture e
processi devono essere migliorati a livello trasversale e in tutti i
dipartimenti.Ancora prima della pausa estiva il Consiglio federale intende
esprimere un primo parere sulle prioritÓ e sugli obiettivi dei progetti
parziali.

La riforma dell'Amministrazione Ŕ attuata nelle strutture esistenti. Il
delegato per la riforma dell'Amministrazione opererÓ in stretta
collaborazione con la Conferenza dei Segretari generali e farÓ rapporto alla
Giunta del Consiglio federale.

La riforma dell'Amministrazione Ŕ parte dell'ampia strategia di risanamento
delle finanze federali. Questa strategia contiene provvedimenti immediati
(Programma di sgravio 2003, Programma di sgravio 2004 e Piano di rinuncia a
determinati compiti dell'Amministrazione), che devono garantire il rispetto
di un bilancio conforme ai principi del freno all'indebitamento. In aggiunta
sono previste riforme di fondo che dovrebbero esplicare i loro effetti a
medio termine e garantire a lungo termine una politica budgetaria sana. In
queste riforme rientrano il portafoglio di compiti e l'ampia rinuncia a
determinati compiti nonchÚ le riforme nei singoli settori di compiti come il
consolidamento finanziario delle assicurazioni sociali, l'aumento dell'
efficienza nei settori di compiti della Confederazione rilevanti per la
crescita o dissociazioni di compiti (al riguardo vedi anche la
documentazione per la stampa del 13 aprile scorso concernente il Piano di
rinuncia a determinati compiti).

CANCELLERIA FEDERALE SVIZZERA
Informazione e comunicazione

DIPARTIMENTO FEDERALE DELLE FINANZE
Servizio della stampa e dell'informazione

Informazioni per i giornalisti:
Achille Casanova, portavoce del Consiglio federale, tel. 031 322 37 03

Dipartimento federale delle finanze DFF
Comunicazione
CH-3003 Berna
http://www.dff.admin.ch