Stemma della Svizzera

CONFOEDERATIO HELVETICA
Le autorità federali della Confederazione Svizzera

Home page
Mail
Cerca

Ordinanza sulla pandemia generata dall'influenza Base legale per la prevenzione di un rischio probabile

Il Consiglio federale ha emanato una nuova ordinanza per combattere
un'eventuale pandemia generata da un nuovo virus Influenza. Questa ordinanza
disciplina i provvedimenti da adottare immediatamente, quali il promovimento
della vaccinazione contro l'influenza e il rifornimento di medicamenti. Essa
prescrive anche i provvedimenti in caso di minaccia di pandemia o a pandemia
giÓ in corso, tra cui l'attribuzione secondo la loro disponibilitÓ dei
vaccini e altri medicamenti adeguati contro l'influenza, utilizzando una
lista di prioritÓ in caso di penuria. Dato che una nuova pandemia
d'influenza pu˛ scoppiare in qualsiasi momento, l'Organizzazione mondiale
della sanitÓ (OMS) raccomanda agli Stati membri di prepararsi ad un simile
evento.

Il virus Influenza pu˛ subire mutazioni genetici. Nel caso di forti
mutazioni, anche se poco frequenti, scoppiano nuovi focolai che provocano
ondate mondiali di casi di malattia dovute alla parziale o totale assenza di
immunitÓ tra la popolazione. Da secoli, i virus del tipo Influenza provocano
regolarmente epidemie d'influenza e, saltuariamente, pandemie su scala
mondiale. Tra il 1918 e il 1920 l'influenza detta "spagnola" ha ucciso dai
20 ai 40 milioni di persone in tutto il mondo. In Svizzera la "spagnola" ha
colpito un quarto della popolazione provocando la morte di 25 000 persone.
Altre pandemie scoppiate nel 1957 e 1968 hanno avuto effetti meno
drammatici, incidendo tuttavia in modo tangibile sui tassi di malattia e di
mortalitÓ.

Secondo gli esperti, queste infezioni virali sono apparse in seguito ad
un'epizoozia di influenza aviaria.  Nell'influenza aviaria di Hong Kong del
1997, la trasmissione del virus Ŕ avvenuta direttamente dal pollame
all'essere umano. Altri casi di trasmissione del virus all'essere umano
direttamente dal pollame sono stati osservati nel 1998 e nel 2003 a Hong
Kong, nel 2003 in Olanda e a partire dal 2004 in Tailandia e in Vietnam. La
progressione senza precedenti dell'influenza aviaria riscontrata a partire
dal 2004 in numerosi Paesi asiatici, combinata con la capacitÓ del virus di
contagiare direttamente gli esseri umani, potrebbe favorire un nuovo virus
influenzale adattato all'essere umano. Gran parte della popolazione mondiale
non ne sarebbe immune. Assisteremmo dunque ad una rapida propagazione di una
nuova forma di influenza contro la quale non esiste ancora un vaccino.

Questa ordinanza prescrive le responsabilitÓ e le competenze per l'adozione
di misure a tutti i livelli, sia nell'ambito della sorveglianza della
pandemia, sia in quello della prevenzione, sia in quello del rifornimento
dei medicamenti. Esso si basa sulle raccomandazioni di un piano d'intervento
in caso di pandemia elaborato da un gruppo di esperti istituito dal
Dipartimento federale dell'interno. Questo piano sarÓ costantemente adattato
alle nuove conoscenze sulla malattia e alle raccomandazioni
dell'Organizzazione mondiale della sanitÓ (OMS) che coordina la sorveglianza
del virus Influenza a livello mondiale.

DIPARTIMENTO FEDERALE DELL'INTERNO

Servizio stampa e informazione

Per ulteriori informazioni rivolgersi a:

Hans C. Matter, capo della Sezione Diagnosi precoce ed epidemiologia, UFSP
Berna, tel. 031 323 87 06

Jean Louis Zurcher, Comunicazione UFSP Berna, tel. 031 324 12 95