Stemma della Svizzera

CONFOEDERATIO HELVETICA
Le autorità federali della Confederazione Svizzera

Home page
Mail
Cerca

Moritz Leuenberger discute a Parigi questioni relative all'approvvigionamento energetico

Comunicato stampa

Moritz Leuenberger discute a Parigi questioni relative all'approvvigionamento
energetico

Il Consigliere federale Moritz Leuenberger rappresenterÓ la Svizzera all'incontro
ministeriale dell'Agenzia internazionale per l'energia (AIE), che si terrÓ a
Parigi dal 2 al 3 maggio 2005. Questo vertice costituisce un'importante
piattaforma internazionale per discutere questioni attinenti alla sicurezza
di approvvigionamento e al coordinamento della costruzione delle
infrastrutture. Nel settore energetico, la Svizzera dipende dall'estero
nella misura dell'80 per cento.

La delegazione svizzera, capitanata dal Consigliere federale Moritz
Leuenberger, comprende rappresentanti dell'Ufficio federale dell'energia
(UFE) e del Segretariato di Stato dell'economia (seco). Al centro dei
colloqui vi saranno, fra l'altro, questioni legate alla sicurezza dell'approvvigionamento
energetico, alla problematica delle infrastrutture e ai metodi per
migliorare il controllo della domanda di energia. Saranno anche discusse le
prospettive in ambito energetico e l'importanza dei Paesi in via di sviluppo
per quanto riguarda il consumo. In questo quadro, i ministri dibatteranno
anche sulle potenzialitÓ offerte delle nuove tecnologie e sulle opzioni per
la diversificazione dell'approvvigionamento energetico.

Al nostro Paese sta particolarmente a cuore un approvvigionamento energetico
sicuro, che pu˛ essere sostenuto, tra l'altro, attraverso un rafforzamento
delle nostre relazioni con l'Europa. Nel settore energetico, la Svizzera
dipende nella misura dell'ottanta per cento dall'estero, e quindi il suo
approvvigionamento Ŕ fortemente condizionato dalle politiche e dalle
iniziative adottate dall'Ue per assicurare le forniture di petrolio, gas
naturale e uranio. Ma anche il mantenimento della forza idrica indigena, la
promozione delle energie rinnovabili, il commercio di energia elettrica e le
misure per incrementare l'efficienza energetica e ridurre il ricorso ai
vettori energetici fossili devono essere oggetto di un intenso coordinamento
con i Paesi limitrofi.

Nel corso di un incontro dei ministri economici dell'OCSE, sarÓ analizzato
in particolare il fabbisogno, in termini di investimenti, per la
realizzazione di nuove infrastrutture. Nei prossimi 10 - 20 anni, esso Ŕ
destinato a crescere enormemente in Europa ed in Svizzera a causa della
necessitÓ di sostituire i vecchi impianti. Saranno anche discusse le
ripercussioni dell'elevato prezzo del petrolio.

Nota per i media: un incontro fra il Consigliere federale Moritz Leuenberger
e i giornalisti avrÓ luogo il 3 maggio alle ore 11 e 30 presso l'H˘tel
MÚridien, nella sala Sisley.

Berna, 27 aprile 2005

      DATEC Dipartimento federale dell'Ambiente, dei Trasporti, dell'Energia
e delle Comunicazioni

      Servizio stampa

Informazioni:
Jean-Christophe FŘeg, Sezione Politica energetica nazionale e internazionale
UFE, membro della delegazione presente a Parigi, 079 211 61 02