Stemma della Svizzera

CONFOEDERATIO HELVETICA
Le autorità federali della Confederazione Svizzera

Home page
Mail
Cerca

Raggiunto un accordo con gli USA concernente i dati dei passeggeri aerei

COMUNICATO STAMPA

Raggiunto un accordo con gli USA concernente i dati dei passeggeri aerei

Il Consiglio federale ha approvato un accordo con gli USA riguardante l'accesso
ai dati personali dei passeggeri aerei. La Svizzera ha ottenuto in questo
campo le stesse concessioni degli Stati membri dell'Ue. Dal punto di vista
della protezione dei dati, la soluzione adottata Ŕ sostenibile.

Nel quadro della lotta contro il terrorismo, dal marzo 2003 gli USA chiedono
alle compagnie aeree che volano sul loro territorio l'accesso ai dati di
tutti i passeggeri. In caso di rifiuto, le autoritÓ americane si riservano
di revocare a queste compagnie i diritti di atterraggio. Finora, le societÓ
svizzere interessate non accordavano ai servizi statunitensi l'accesso ai
dati. Nell'estate 2003, a questo riguardo, aveva avuto luogo una prima
consultazione tra la Svizzera e gli USA.

A fine maggio 2004, l'UE e gli Stati Uniti hanno raggiunto un accordo nel
quale le autoritÓ americane rinunciavano a rilevare dati sensibili quali le
abitudini alimentari o le condizioni di salute dei passeggeri. Inoltre, il
periodo di archiviazione dei dati rilevati Ŕ stato ridotto a tre anni e
mezzo, contro i 50 richiesti dagli USA. L'utilizzazione dei dati Ŕ stata
circoscritta alla lotta contro il terrorismo, la criminalitÓ organizzata e
alle relative fattispecie penali. Inoltre, in virt¨ di questo accordo, alle
autoritÓ americane non viene permesso l'accesso diretto ai dati dei
passeggeri; saranno le compagnie aeree a trasmetterli ai servizi competenti.

Al termine delle consultazioni, nel novembre 2004 le autoritÓ americane si
sono dichiarate disposte ad accordare alla Svizzera le stesse garanzie
concesse all'Ue in materia di protezione dei dati. Nella sua seduta odierna,
il Consiglio federale ha approvato l'accordo con gli USA, dichiarando le
nuove disposizioni accettabili dal punto di vista della protezione dei dati.
Le compagnie aeree che effettuano voli dalla Svizzera verso gli Stati Uniti
dovranno tuttavia comunicare ai propri passeggeri che i loro dati personali
verranno trasmessi alle autoritÓ americane. I passeggeri avranno il diritto
di chiedere alle autoritÓ americane informazioni circa i dati rilevati
nonchÚ l'eventuale rettifica degli stessi. Al pari dell'accordo tra gli USA
e l'Ue, anche quello con la Svizzera Ŕ limitato in un primo tempo a 3 anni e
mezzo; l'accordo entra in vigore con effetto immediato.

Il Consiglio federale ha incaricato il DATEC di avviare anche con il Canada
trattative in vista di un accordo concernente i dati personali dei
passeggeri. L'obiettivo Ŕ di giungere a un accordo che comprenda le stesse
garanzie di quello stipulato ora con gli USA.

Berna, 4 marzo 2005
DATEC Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e
delle comunicazioni
Servizio stampa

Informazioni: Anton Kohler, portavoce UFAC, tel. 031 325 83 70

Allegato: lista concordata concernente i dati sui passeggeri
http://www.uvek.admin.ch/dokumentation/medienmitteilungen/artikel/20050304/02207/index.html?lang=it