Stemma della Svizzera

CONFOEDERATIO HELVETICA
Le autorità federali della Confederazione Svizzera

Home page
Mail
Cerca

Il Consiglio federale intende migliorare lo status giuridico dei passeggeri di aerei

COMUNICATO STAMPA

Il Consiglio federale intende migliorare lo status giuridico dei passeggeri
di aerei

Il Consiglio federale intende migliorare lo status giuridico dei passeggeri
di aerei e propone pertanto al Parlamento di approvare la Convenzione di
Montreal sulla responsabilitÓ del vettore aereo, che sostituisce la
Convenzione di Varsavia del 1929.

A differenza della Convenzione di Varsavia, il nuovo accordo internazionale
sancisce il principio della responsabilitÓ illimitata del vettore aereo in
caso di decesso o lesioni di passeggeri a seguito di un incidente aereo. La
nuova Convenzione adotta il principio della responsabilitÓ civile a due
livelli. Il primo livello riguarda i danni fino ad un importo pari a 100'000
diritti speciali di prelievo (circa 190'000 franchi): in questi casi la
compagnia aerea si assume per ogni passeggero una responsabilitÓ oggettiva,
indipendentemente da una sua colpa eventuale. Per i danni superiori a quest'
importo, il secondo livello si basa sulla presunzione di colpa del vettore
aereo, a cui incombe l'onere della prova della sua mancata responsabilitÓ.
In altre parole, la compagnia pu˛ sottrarsi alla presunzione di colpa se
riesce a dimostrare di non aver provocato l'incidente. La Convenzione di
Montreal istituisce inoltre l'obbligo, per le compagnie aeree, del
versamento anticipato di indennitÓ ai passeggeri che hanno subito danni a
causa di un incidente aereo.

Con l'accordo bilaterale sul trasporto aereo, stipulato con l'Unione
europea, la Svizzera giÓ applica alcuni degli importanti principi della
Convenzione di Montreal, come quello della responsabilitÓ illimitata. La
Convenzione di Montreal permette tuttavia di migliorare ulteriormente lo
status giuridico dei passeggeri: le vittime di incidenti aerei possono
infatti fare causa alla compagnia aerea davanti al tribunale del loro luogo
di residenza principale, citando in giudizio anche altre parti contrattuali,
come ad esempio gli operatori turistici. Gli importi di responsabilitÓ
civile saranno verificati periodicamente e potranno essere facilmente
adeguati al rincaro. Finora la Convenzione di Montreal Ŕ stata ratificata da
53 Stati.

Berna, 26 maggio 2004

      DATEC Dipartimento federale dell'Ambiente,                  dei
Trasporti, dell'Energia e delle Comunicazioni

      Servizio stampa

Informazioni: Matthias Suhr, giurista, Ufficio federale dell'aviazione
civile, tel. 031 325 91 08