Stemma della Svizzera

CONFOEDERATIO HELVETICA
Le autorità federali della Confederazione Svizzera

Home page
Mail
Cerca

Il Consiglio federale assegna 52 milioni di franchi al programma di sviluppo dell'ONU (UNDP) per il 2001


 Berna, 30 maggio 2001

Comunicato stampa

Il Consiglio federale assegna 52 milioni di franchi al programma di sviluppo
dell'ONU (UNDP) per il 2001

Per l'anno in corso la Svizzera mette a disposizione del programma di
sviluppo dell'ONU (UNDP) un importo globale di 52 milioni di franchi. ╚
quanto deciso dal Consiglio federale nella sua seduta odierna.

L'UNDP Ŕ lo strumento principale di aiuto allo sviluppo dell'ONU. Essa Ŕ
attiva in oltre 160 Paesi con un effettivo di circa 5'000 collaboratori. Il
suo obiettivo principale Ŕ la lotta contro la povertÓ. La riforma
organizzativa avviata lo scorso anno dal suo direttore, il britannico Mark
Malloch Brown, procede bene.

L'UNDP si profila anzitutto come consulente dei Governi nei Paesi in
sviluppo. Si tratta principalmente di creare capacitÓ nei settori:
? conduzione governativa democratica,
? superamento e prevenzione delle crisi,
? gestione dell'ambiente e dell'energia,
? paritÓ uomo-donna,
? tecnologie dell'informazione e della comunicazione,
? HIV/AIDS
Per adeguarsi al suo nuovo profilo l'UNDP potenzia il suo know-how
aumentando il numero degli specialisti presso gli uffici nei diversi Paesi e
procedendo a una riduzione del 25 per cento degli effettivi della sede
principale di New York. L'UNDP recluta specialisti anche in Svizzera.

L'UNDP Ŕ da anni uno dei pi¨ importanti pilastri della cooperazione
multilaterale svizzera allo sviluppo. Le relazioni con l'UNDP rientrano nell
'ambito di competenza della Direzione dello sviluppo e della cooperazione
(DSC). Gli obiettivi dell'UNDP corrispondono a quelli della politica
svizzera di sviluppo. Grazie alle sue rappresentanze in quasi tutti i Paesi
in sviluppo e in transizione e alle sue funzioni di consulenza l'UNDP
completa da pi¨ punti di vista il programma bilaterale della Svizzera. Il
nostro Paese, che Ŕ membro del Consiglio esecutivo dell'UNDP, compartecipa
attivamente alla strutturazione delle ampie riforme intraprese in seno a
quest'organizzazione e le sostiene.

Ulteriori informazioni sono ottenibili presso Barbara Affolter, portavoce
della DSC
tel. 031 323 08 63; e-mail: barbara.affolter@deza.admin.ch

DIPARTIMENTO FEDERALE
DEGLI AFFARI ESTERI