Stemma della Svizzera

CONFOEDERATIO HELVETICA
Le autorità federali della Confederazione Svizzera

Home page
Mail
Cerca

Intervento dell'esercito/proroga

Comunicato per la stampa

Prorogato l'intervento dell'esercito

A causa della guerra nel Kosovo il Consiglio federale si aspetta a un
aumento nei prossimi mesi delle richieste d'asilo. Esso ha quindi oggi
per principio deciso di prorogare il mandato dell'esercito di assistere
i richiedenti l'asilo.

Secondo la legge militare Ŕ possibile chiedere l'aiuto dell'esercito
quando le autoritÓ civili non possono pi˙ far fronte ai loro compiti sia
sul piano temporale o del personale o dei mezzi a disposizione. Questa
situazione si Ŕ venuta a creare nell'autunno scorso, quando il numero
dei richiedenti l'asilo Ŕ passato in poco tempo da 3'000 a 6'000 al
mese. Per questo motivo, durante la sessione di dicembre 1998, il
Parlamento ha autorizzato l'impiego della truppa per assistere i
richiedenti l'asilo negli alloggi di emergenza dei centri di
registrazione della Confederazione. Il mandato dell'esercito Ŕ limitato
all'8 maggio 1999.

Obiettivo prioritario del Consiglio federale resta l'aiuto massiccio in
loco, in modo da assistere i rifugiati bisognosi d'aiuto, conformemente
all'Ue e alla Nato. Le autoritÓ svizzere devono tuttavia attendersi, in
ragione del conflitto in Kosovo e dell'enorme numero di profughi nelle
regioni confinanti, che rifugiati in Albania, Macedonia e Montenegro,
cercheranno di raggiungere nelle prossime settimane i loro parenti in
Svizzera. Molto probabilmente nelle prossime settimane o mesi il numero
delle richieste d'asilo sarÓ tale che i mezzi delle autoritÓ civili non
basteranno. Di fronte a una tale eventualitÓ il Consiglio federale
approva in principio l'impiego dell'esercito oltre la data dell'8 maggio
1999 allo scopo di assistere i richiedenti l'asilo. Esso ha incaricato
il Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP) di pianificare la
proroga dell'intervento dell'esercito con il Dipartimento federale della
difesa, della protezione della popolazione e dello sport (DDPS) e di
elaborare per il Consiglio federale un messaggio destinato al
Parlamento. Il messaggio dovrÓ essere approvato dal Consiglio federale
ancora in aprile.

Le questioni concrete dell'attuazione, quali ad esempio l'effettivo
della truppa, il modo di reclutamento e la scadenza del mandato verranno
trattate nell'ambito dell'elaborazione e del licenziamento del
messaggio.

14 aprile 1999

DIPARTIMENTO FEDERALE DI GIUSTIZIA E POLIZIA
Servizio informazione e stampa

Per altre informazioni: Roger Schneeberger, Capo informazione UFR
tel. 031 325 93 50