Stemma della Svizzera

CONFOEDERATIO HELVETICA
Le autorità federali della Confederazione Svizzera

Home page
Mail
Cerca

Il traffico merci attraverso le Alpi Ř in continua crescita

COMUNICATO STAMPA

Il traffico merci attraverso le Alpi Ŕ in continua crescita

Dal 1980 al 1997 il traffico merci sui valichi alpini svizzeri, francesi ed austriaci tra il
Moncenisio e il Brennero Ŕ aumentato del 77%, raggiungendo 90 milioni di tonnellate, di
cui circa un quarto trasportate su territorio svizzero. Le ferrovie negli ultimi hanno
perso buona parte delle loro quote di mercato nel traffico merci; questa tendenza Ŕ
particolarmente forte in Svizzera, dove il volume di merci trasportate su strada
attraverso le Alpi si Ŕ quintuplicato dal 1980 a questa parte.

I dati pi¨ recenti, rilevati dal Servizio per lo studio dei trasporti presso il Dipartimento
federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni (DATEC),
dimostrano che il traffico merci transalpino sta continuando ad aumentare da diversi anni. La
crescita interessa soprattutto la strada: dal 1980, infatti, i trasporti stradali si sono raddoppiati
in Austria, pi¨ che raddoppiati in Francia e addirittura quintuplicati in Svizzera. Mentre prima
dell'apertura del traforo del San Gottardo le quote della ferrovia raggiungevano il 93%,
attualmente solo il 72% delle merci in transito attraverso la Svizzera viene trasportato su
rotaia. In Francia e in Austria tale quota Ŕ addirittura inferiore al 30%.

La tendenza al rialzo dei trasporti merci su strada dev'essere fermata; Ŕ questo uno degli
obiettivi della politica svizzera dei trasporti. L'introduzione della tassa sul traffico pesante
commisurata alle prestazioni (TTPCP), votata dalle Camere federali, la costruzione di nuove
opere ferroviarie e l'attuazione di nuove strategie nel traffico merci sono misure atte a
consolidare e a rafforzare la posizione della ferrovia. Con la TTPCP, che in questo contesto
assume un ruolo chiave, si potrÓ compensare lĹintroduzione del limite di peso delle 40 t per gli
autocarri, prevista nell'ambito dell'accordo bilaterale con l'UE sui trasporti terrestri. Questa
misura consentirÓ alle ferrovie di mantenere la loro competitivitÓ nel traffico merci. Senza la
TTPCP non sarebbe invece possibile trasferire il traffico dalla strada alla ferrovia e proteggere
le regioni alpine.

Berna, 29 luglio 1998

Dipartimento federale dell'Ambiente, dei Trasporti, dell'Energia e delle
Comunicazioni

Servizio stampa

Informazioni: 	Dott. Christian KŘng, responsabile del Servizio per lo studio dei trasporti,
tel. 031 / 322 55 68