Stemma della Svizzera

CONFOEDERATIO HELVETICA
Le autorità federali della Confederazione Svizzera

Home page
Mail
Cerca

Partecipazione della Svizzera all'osservazione delle elezioni legislative in Republika Srpska

DIPARTIMENTO FEDERALE
DEGLI AFFARI ESTERI					Berna, 17 novembre
1997

Comunicato stampa

Partecipazione della Svizzera all'osservazione delle elezioni legislative in
Republika Srpska

Una delegazione di 13 cittadine e cittadini svizzeri si trova nella Republika
Srpska, una delle due entitÓ della Bosnia Erzegovina, per partecipare a una
missione d'osservazione delle elezioni legislative previste in questa regione
il 22 e 23 novembre 1997. La delegazione, che ha raggiunto due altri
compatrioti giÓ attivi dal mese di ottobre, si divide in due gruppi: 9
supervisori incaricati di assistere le autoritÓ locali nella preparazione
delle elezioni si recheranno in Bosnia Erzegovina il 15 novembre prossimo; 4
scrutatori elettorali giungono sul posto il 18 novembre per partecipare
all'osservazione vera e propria dello scrutinio.

La missione Ŕ sotto l'egida dell'OSCE che dispone di due strutture distinte.
Da un lato l'assistenza alla preparazione delle elezioni sarÓ opera della
Missione dell'OSCE in Bosnia Erzegovina, creata in virt¨ dell'Accordo di
Dayton del 14 dicembre 1995; d'altro lato l'osservazione dello scrutinio sarÓ
affidata all'Ufficio delle Istituzioni democratiche e dei diritti umani,
operativo a Varsavia, quale strumento dell'OSCE, dal 1992.

L'operazione di supervisione riunisce 1'470 esperti, mentre gli osservatori
elettorali sono 90. Tutti sono delegati da Stati partecipanti dell'OSCE.

Non prevista dall'Accordo di Dayton, la presente elezione Ŕ conseguenza
diretta della dissoluzione del Parlamento decisa il mese di luglio 1997 dalla
Presidente della Republika Srpska, signora Biljana Plavsic.

Dal settembre 1996 questo Ŕ il terzo scrutinio in Bosnia Erzegovina cui la
Svizzera partecipa nell'ambito delle missioni d'assistenza dell'OSCE. Con
questo nuovo contributo la Svizzera testimonia ulteriormente il suo impegno in
favore del mantenimento e la promozione della sicurezza e della pace, nonchÚ
dei diritti umani, della democrazia e dei principi dello Stato di diritto, in
sintonia con i fini espliciti del Rapporto del Consiglio federale sulla
politica estera della Svizzera negli anni Ĺ90.

Per ulteriori informazioni: Alexandre Guyot, Divisione politica III.
                 tel. 031 / 322 31 19.