122

Ordinanza dell'Assemblea federale che vieta il gruppo Al-Qaïda e le organizzazioni associate

del 23 dicembre 2011 (Stato 1° gennaio 2012)

L'Assemblea federale della Confederazione Svizzera,

visto l'articolo 173 capoverso 1 lettera c della Costituzione federale1; visto il messaggio del Consiglio federale del 18 maggio 20112,

decreta:

 

I gruppi e le organizzazioni seguenti sono vietati:

a.
il gruppo Al-Qaïda;
b.
i gruppi che gli succedono o che operano sotto un nome di copertura nonché le organizzazioni e i gruppi che, per quanto riguarda condotta, obiettivi e mezzi, corrispondono ad Al-Qaïda od operano su suo mandato.

 

1 Chiunque partecipa sul territorio svizzero a uno dei gruppi o a una delle organizzazioni vietati secondo l'articolo 1, mette a disposizione risorse umane o materiale, organizza azioni propagandistiche a sostegno dei suoi obiettivi, recluta adepti o promuove in altro modo le sue attività, è punito con una pena detentiva sino a tre anni o con una pena pecuniaria, nella misura in cui non siano applicabili disposizioni penali più severe.

2 È punibile anche chi commette il reato all'estero, se è arrestato in Svizzera e non è estradato. È applicabile l'articolo 7 capoversi 4 e 5 del Codice penale1.


1 RS 311.0


 

Sono applicabili le disposizioni generali del Codice penale1 relative alla confisca di valori patrimoniali, segnatamente gli articoli 70 capoverso 5 e 72.


1 RS 311.0


 

Le autorità competenti comunicano senza indugio e gratuitamente al Ministero pubblico della Confederazione, al Servizio delle attività informative della Confederazione e all'Ufficio federale di polizia tutte le sentenze, i decreti penali e le decisioni di abbandono nella loro versione integrale.


 

La presente ordinanza entra in vigore il 1° gennaio 2012 con effetto sino al 31 dicembre 2014.



Suggerimenti e osservazioni: Centro delle pubblicazioni ufficiali
Ritorna a inizio paginaUltimo aggiornamento: 12.09.2014