341

Legge federale sulle prestazioni della Confederazione nel campo dell'esecuzione delle pene e delle misure

del 5 ottobre 1984 (Stato 1° gennaio 2008)

L'Assemblea federale della Confederazione Svizzera,

visto l'articolo 64bis della Costituzione federale1; visto il messaggio del Consiglio federale del 28 settembre 19812,

decreta:

Sezione 1: Scopo

 

Le prestazioni previste nella presente legge devono contribuire:

a.1
a garantire l'applicazione uniforme delle prescrizioni e dei principi dell'esecuzione delle pene e delle misure;
b.
ad approntare le basi necessarie per futuri sviluppi in questo settore.

1 Nuovo testo giusta il n. II 3 della LF del 6 ott. 2006 (Nuova impostazione della perequazione finanziaria e della ripartizione dei compiti tra Confederazione e Cantoni), in vigore dal 1° gen. 2008 (RU 2007 5779 5817; FF 2005 5349).


Sezione 2: Sussidi di costruzione

 

1 La Confederazione sussidia la costruzione, nei limiti dei crediti stanziati, l'ampliamento e la trasformazione dei seguenti istituti, pubblici e privati:1

a.
stabilimenti per l'esecuzione di pene di reclusione e di detenzione (art. 37 Codice penale, CP2);
b.
stabilimenti e sezioni di stabilimenti specializzate per l'esecuzione di pene privative della libertà di breve durata (art. 37bis e 39 CP);
c.
stabilimenti per misure di sicurezza sottoposti ad una autorità competente per l'esecuzione delle pene e delle misure (art. 42 a 44 CP);
d.
case d'educazione al lavoro per giovani adulti (art. 100bis CP);
e.
sezioni specializzate per persone penalmente collocate in stabilimenti non sottoposti ad un'autorità competente per l'esecuzione delle pene e delle misure (art. 40, 42 a 44 e 100bis CP);
f.
istituti specializzati per persone liberate condizionalmente o a titolo di prova o condannate con sospensione condizionale della pena (art. 38, 41 e 45 CP);
g.
case per fanciulli e adolescenti, nelle quali almeno un terzo dei giorni di permanenza riguardi persone penalmente collocate oppure quando tali case siano indispensabili all'esecuzione di misure penali (art. 82 segg. e 89 segg. CP).

2 La Confederazione può sussidiare la costruzione, l'ampliamento e la trasformazione di istituti specializzati per fanciulli, adolescenti e giovani adulti fino a 22 anni, il cui comportamento sociale è particolarmente turbato, purché questi istituti accolgano anche persone penalmente collocate.3

3 L'Assemblea federale stabilisce, con il bilancio di previsione, l'importo massimo dei sussidi che possono essere assegnati durante l'anno di preventivo.4


1 Nuovo testo giusta il n. 3 dell'all. della L del 5 ott. 1990 sui sussidi, in vigore dal 1° apr. 1991 (RS 616.1).
2 RS 311.0
3 Nuovo testo giusta il n. II 3 della LF del l7 ott. 1994, in vigore dal 1° gen. 1996 (RU 1995 1126 1132; FF 1993 I 921).
4 Introdotto dal n. 3 dell'all. della L del 5 ott. 1990 sui sussidi, in vigore dal 1° apr. 1991 (RS 616.1).


 

1 I sussidi sono concessi alle seguenti condizioni:

a.1
una pianificazione cantonale o intercantonale dell'esecuzione delle pene e delle misure o dell'assistenza alla gioventù dimostra che l'istituto risponde a una necessità; il Consiglio federale fissa le esigenze in materia di prova della necessità;
abis.2
i progetti di costruzione di stabilimenti per l'esecuzione di sanzioni privative della libertà sono stati approvati dal pertinente concordato o dalla competente autorità cantonale;
b.
l'ampliamento o la trasformazione si inserisce nel piano generale di sviluppo dell'istituto;
c.
l'istituto è aperto a collocandi provenienti da diversi Cantoni;
d.
i progetti intendono realizzare miglioramenti nel senso dell'articolo 1 e non comportano spese sproporzionate;
e.
i criteri di gestione e l'ente responsabile dell'istituto garantiscono che lo scopo del medesimo sarà conseguito.

2 Se il committente dei lavori non è un Cantone, i sussidi sono subordinati alle seguenti condizioni supplementari:

a.
nel caso di istituti privati, l'ente responsabile è una persona giuridica di pubblica utilità ed uno dei suoi scopi principali è compreso nel campo d'applicazione della presente legge;
b.
l'autorità cantonale approva il progetto;
c.
il finanziamento del progetto e la copertura delle spese d'esercizio dell'istituto sono assicurati;
d.
la concessione di sussidi cantonali pari almeno al 40 per cento dei costi di costruzione riconosciuti è assicurata.

3 Se nel Cantone in cui il progetto di costruzione è realizzato non è garantita un'esecuzione conforme al diritto federale, i sussidi possono essere ridotti o negati. I sussidi che servono a rimediare a un'irregolarità non possono essere ridotti o negati.3


1 Nuovo testo giusta il n. II 3 della LF del 6 ott. 2006 (Nuova impostazione della perequazione finanziaria e della ripartizione dei compiti tra Confederazione e Cantoni), in vigore dal 1° gen. 2008 (RU 2007 5779 5817; FF 2005 5349).
2 Introdotta dal n. II 3 della LF del 6 ott. 2006 (Nuova impostazione della perequazione finanziaria e della ripartizione dei compiti tra Confederazione e Cantoni), in vigore dal 1° gen. 2008 (RU 2007 5779 5817; FF 2005 5349).
3 Introdotto dal n. II 3 della LF del 6 ott. 2006 (Nuova impostazione della perequazione finanziaria e della ripartizione dei compiti tra Confederazione e Cantoni), in vigore dal 1° gen. 2008 (RU 2007 5779 5817; FF 2005 5349).


 

1 Il sussidio della Confederazione ammonta al 35 per cento dei costi di costruzione riconosciuti.

2 I costi di costruzione riconosciuti sono di norma calcolati sulla base di importi forfettari; in questo caso si deve tener conto della dimensione e del tipo di istituto. Il Consiglio federale stabilisce i criteri di calcolo.

3 Se l'istituto adempie solo in parte i compiti previsti dall'articolo 2, il sussidio della Confederazione è ridotto proporzionalmente.

4 Non sono versati sussidi federali inferiori a 100 000 franchi.


1 Nuovo testo giusta il n. II 3 della LF del 6 ott. 2006 (Nuova impostazione della perequazione finanziaria e della ripartizione dei compiti tra Confederazione e Cantoni), in vigore dal 1° gen. 2008 (RU 2007 5779 5817; FF 2005 5349).


Sezione 3: Sussidi d'esercizio

 

1 La Confederazione concede sussidi d'esercizio per speciali misure educative prese da istituti pubblici e privati di utilità pubblica che:

a.
accolgono giovani adulti per educarli al lavoro (art. 100bis CP1);
b.2
s'impegnano ad accogliere in totale almeno un terzo di persone delle categorie seguenti:3
1.
fanciulli e adolescenti, giusta gli articoli 82 segg. e 89 segg. del Codice penale;
2.
fanciulli e adolescenti il cui comportamento sociale è particolarmente turbato; oppure
3.
giovani adulti fino a 22 anni, in applicazione dell'articolo 397a del Codice civile4.

2 ...5


1 RS 311.0
2 Nuovo testo giusta il n. II 3 della LF del l7 ott. 1994, in vigore dal 1° gen. 1996 (RU 1995 1126 1132; FF 1993 I 921).
3 Nuovo testo giusta il n. I 5 della LF del 19 dic. 2003 sul programma di sgravio 2003 (RU 2004 1633 1647; FF 2003 4857).
4 RS 210
5 Abrogato dal n. I 5 della LF del 19 dic. 2003 sul programma di sgravio 2003 (RU 2004 1633 1647; FF 2003 4857).


 

1 Il Consiglio federale stabilisce le condizioni per il pagamento dei sussidi, conformemente all'articolo 3.

2 Esso può subordinare la concessione dei sussidi ad altre condizioni o vincolarla ad oneri.


 

1 Il sussidio ammonta al 30 per cento dei costi riconosciuti per il personale incaricato dell'educazione.1

2 Il Consiglio federale determina i costi sussidiabili e i criteri per il calcolo dei sussidi.

3 Nell'ambito di un accordo di prestazioni concluso con la competente autorità cantonale può essere concordato un indennizzo forfettario a favore di case di educazione sussidiabili. Il Consiglio federale stabilisce le condizioni quadro e i criteri di calcolo.2


1 Nuovo testo giusta il n. I 1 della LF del 19 mar. 1999 sul programma di stabilizzazione 1998, in vigore dal 1° set. 1999 ( RU 1999 2374 2385; FF 1999 3).
2 Nuovo testo giusta il n. II 3 della LF del 6 ott. 2006 (Nuova impostazione della perequazione finanziaria e della ripartizione dei compiti tra Confederazione e Cantoni), in vigore dal 1° gen. 2008 (RU 2007 5779 5817; FF 2005 5349).


Sezione 4: Sussidi per progetti sperimentali

 

1 La Confederazione può sussidiare lo sviluppo e la sperimentazione di nuovi metodi e concezioni:

a.
nell'esecuzione delle pene e delle misure, compresa la sperimentazione di forme d'esecuzione non previste dal Codice penale svizzero1 (art. 397bis cpv. 4 CP);
b.
per istituti specializzati e per provvedimenti destinati a fanciulli e adolescenti il cui comportamento sociale è particolarmente turbato.

2 I sussidi sono concessi per un periodo sperimentale di cinque anni al massimo.

3 Anche le spese per la valutazione di queste sperimentazioni possono essere sussidiate.


1 RS 311.0


 

1 I sussidi sono concessi alle seguenti condizioni:

a.
l'ente responsabile, l'organizzazione e le persone incaricate dell'esecuzione offrono tutte le garanzie che il progetto sia attuato in modo conforme al suo scopo e i suoi risultati siano valutati in modo sistematico;
b.
il finanziamento del progetto e della sua valutazione è assicurato.

2 Il Consiglio federale può subordinare il sussidio ad ulteriori condizioni.


 

Il sussidio ammonta al massimo all'80 per cento dei costi riconosciuti del progetto; nel caso di istituti già esistenti, al massimo all'80 per cento dei costi supplementari occasionati dal progetto.


Sezione 4a:3 Sussidi al Centro svizzero di formazione per il personale penitenziario

 

1 La Confederazione può accordare sussidi al Centro svizzero di formazione per il personale penitenziario.

2 Il Consiglio federale emana le disposizioni d'esecuzione.


Sezione 5: Disposizioni comuni

 

L'Ufficio federale di giustizia (Ufficio federale) esamina se le condizioni per il sussidio siano adempite, se lo stabilimento sia gestito in modo conforme allo scopo o se il progetto sperimentale sia attuato correttamente.


 

1 I sussidi devono essere restituiti se sono stati pagati a torto o se il beneficiario, nonostante diffida, persiste nell'utilizzarli in modo non conforme al loro scopo.

2 Se un istituto che ha ricevuto sussidi di costruzione sospende l'esercizio o viene utilizzato per un altro scopo entro 20 anni dal versamento finale, i sussidi devono essere restituiti in ragione del 5 per cento per ogni anno rimanente.

3 ...1


1 Abrogato dal n. 3 dell'all. della L del 5 ott. 1990 sui sussidi (RS 616.1).


Sezione 6: Organizzazione e procedura

 

1 Le domande di sussidi delle autorità cantonali devono essere inoltrate all'Ufficio federale, unitamente ai documenti necessari, prima dell'inizio dei lavori di costruzione o della sperimentazione.

2 Le altre domande di sussidi devono essere inoltrate all'autorità cantonale, unitamente ai documenti necessari, prima dell'inizio dei lavori di costruzione o della sperimentazione. L'autorità cantonale esamina le domande e le trasmette all'Ufficio federale con il proprio preavviso. Le domande di sussidi previsti nell'articolo 8 devono essere inoltrate direttamente all'Ufficio federale se tendono soltanto allo sviluppo di nuove concezioni.


 

Il Dipartimento federale di giustizia e polizia decide l'assegnazione, il versamento e la restituzione dei sussidi.


 

1 Se un progetto è considerevolmente modificato o ampliato, deve essere inoltrata una domanda complementare. Essa è inoltrata e trattata a norma dell'articolo 13.

2 Un sussidio già assegnato può essere aumentato in base al conteggio finale se, durante l'esecuzione della costruzione o della sperimentazione, sono sorti costi supplementari dovuti al rincaro o ad altre circostanze imprevedibili. Una domanda complementare non è necessaria.


 

1 L'Ufficio federale stabilisce l'ammontare definitivo del sussidio in base al conteggio finale e ne ordina il versamento:

a.
per le costruzioni, dopo la verifica della liquidazione e dei documenti giustificativi e dopo l'assegnazione dei sussidi cantonali;
b.
per i progetti sperimentali, dopo la verifica dei conteggi periodici e dei documenti giustificativi.

2 L'Ufficio federale può, a domanda, accordare anticipazioni fino all'80 per cento dei sussidi assegnati.


1 Nuovo testo giusta il n. I 1 della LF del 19 mar. 1999 sul programma di stabilizzazione 1998, in vigore dal 1° set. 1999 (RU 1999 2374 2385; FF 1999 3).


 

1 Il pagamento finale è effettuato nell'ambito dei crediti disponibili al collaudo, rispettivamente dopo la presentazione e approvazione dei piani di esecuzione.

2 Le maggiori o minori spese dovute al rincaro sono prese in considerazione all'atto del pagamento finale.

3 I sussidi forfetari possono essere versati sotto forma di anticipazioni (art. 16 cpv. 2) e al più presto allorché esistano spese imminenti.


1 Introdotto dal n. I 1 della LF del 19 mar. 1999 sul programma di stabilizzazione 1998, in vigore dal 1° gen. 1999 (RU 1999 2374 2385; FF 1999 3).


Sezione 7: Informazione, documentazione e statistica

 

Per sostenere gli sforzi intrapresi dalla Confederazione e dai Cantoni conformemente all'articolo 1, l'Ufficio federale raccoglie esperienze e conoscenze svizzere ed estere e le comunica ai competenti organi dei Cantoni e degli istituti e alle organizzazioni interessate. Esso può anche assumere mansioni di consulenza.


 

1 Per i compiti previsti nell'articolo 1, il Consiglio federale fa allestire statistiche sugli istituti adibiti all'esecuzione delle pene e delle misure, sui detenuti e su altre persone sottoposte all'esecuzione di pene e misure. Esso può incaricare i Cantoni e gli istituti privati di procedere al rilevamento dei dati e obbligarli a mettere a disposizione i dati statistici raccolti di loro iniziativa.

2 I dati personali raccolti possono essere utilizzati solo per le statistiche di cui al capoverso 1; essi non possono essere divulgati.


Sezione 8: Disposizioni finali

 

Il Consiglio federale provvede all'esecuzione della presente legge e emana le disposizioni necessarie.


 

Nel periodo dal 1° gennaio 2004 al 31 dicembre 2007 non possono essere presentate domande di sussidi d'esercizio ai sensi dell'articolo 5; sono eccettuate le domande per nuovi tipi di istituti da approntare secondo la legge federale del 20 giugno 20032 sul diritto penale minorile.


1 Introdotto dal n. I 5 della LF del 19 dic. 2003 sul programma di sgravio 2003 (RU 2004 1633 1647; FF 2003 4857).
2 RS 311.1; FF 2003 3844


 

La legge federale del 6 ottobre 19661 sui sussidi federali agli stabilimenti penitenziari e alle case di educazione è abrogata.


1 [RU 1967 32; RS 611.04 n. I n. 111]


 

1 I sussidi di costruzione sono assegnati in virtù del diritto anteriore, se:

a.
al termine dell'anno che precede l'entrata in vigore del nuovo diritto, le seguenti condizioni sono state adempite:
1.
è stata presentata una richiesta di sussidio;
2.
le spese di costruzione sono attestate da un preventivo; e
3.
le autorità cantonali competenti hanno autorizzato il finanziamento del progetto di costruzione; e
b.
i lavori sono iniziati o inizieranno al più tardi entro due anni dall'entrata in vigore della presente legge.

2 Per il calcolo dei sussidi d'esercizio il nuovo diritto si applica per la prima volta al periodo di sussidio dell'anno che segue l'entrata in vigore.


1 Nuovo testo giusta il n. I 1 della LF del 19 mar. 1999 sul programma di stabilizzazione 1998, il cpv. 1 entra in vigore il 1° gen. 1999 e il cpv. 2 il 1° set. 1999 (RU 1999 2374 2385; FF 1999 3).


 

1 La presente legge sottostà al referendum facoltativo.

2 Il Consiglio federale ne determina l'entrata in vigore.


Data dell'entrata in vigore: 1° gennaio 19874


1 [CS 1 3]. Alla disp. menzionata corrisponde ora l'art. 123 cpv. 2 della Cost. del 18 apr. 1999 (RS 101).
2 FF 1981 III 677
3 Introdotta dal n. II 3 della LF del 6 ott. 2006 (Nuova impostazione della perequazione finanziaria e della ripartizione dei compiti tra Confederazione e Cantoni), in vigore dal 1° gen. 2008 (RU 2007 5779 5817; FF 2005 5349).
4 DCF del 29 ott. 1986 (RU 1986 1940).

Suggerimenti e osservazioni: Centro delle pubblicazioni ufficiali
Ritorna a inizio paginaUltimo aggiornamento: 22.11.2014